EROGAZIONE CONTRIBUTI PER LA RINEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE

L’Unione dei Comuni del Frignano ha pubblicato l’avviso pubblico inerente l’”EROGAZIONE CONTRIBUTI PER LA RINEGOZIAZIONE DELLE LOCAZIONI ESISTENTI E LA STIPULA DI NUOVI CONTRATTI A CANONE CONCORDATO IN ESECUZIONE DELLA DELIBERAZIONE REGIONALE N.602/2020 “FONDO REGIONALE PER L’ACCESSO ALL’ABITAZIONE IN LOCAZIONE DI CUI AGLI ARTT. 38 E 39 DELLA L.R.24/2001” – ANNO 2020 – INTERVENTO 2) – RINEGOZIAZIONE CONTRATTI DI LOCAZIONE”
L'avviso intende favorire la rinegoziazione dei canoni di locazione, con eventuale modificazione della tipologia contrattuale, quale strumento per fronteggiare la difficoltà nel pagamento del canone oltre a incentivare i proprietari di alloggi sfitti a immetterli sul mercato della locazione a canone concordato. La rinegoziazione dei canoni verrà gestita anche con il supporto delle organizzazioni di rappresentanza di proprietari e inquilini.

Possono presentare domanda di contributo i nuclei familiari ISEE in possesso dei seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:

- Nuclei familiari aventi ISEE compreso tra 0 e 35.000,00 €. Il contributo è erogato una tantum al locatore;

- Cittadinanza italiana; oppure:

- Cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione europea; oppure:

- Cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione europea per gli stranieri che siano muniti di permesso di soggiorno di durata di almeno 1 anno o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D. Lgs. N. 286/98 e successive modifiche;

- Titolarità di un contratto di locazione ad uso abitativo (con esclusione delle categorie catastali A/1, A/8, A/9) redatto ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipula e regolarmente registrato. In caso di contratto in corso di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, sono ammessi a contributo i contratti con la relativa imposta pagata; oppure:

- titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa di abitazione con esclusione della clausola della proprietà differita. La sussistenza delle predette condizioni deve essere certificata dal rappresentante legale della Cooperativa assegnante.

 

La rinegoziazione può articolarsi nelle seguenti fattispecie:

 

1) Riduzione dell’importo del canone di locazione libero (art. 2, comma 1) o concordato (art. 2, comma 3) o transitorio (art. 5)

La riduzione del canone deve essere di almeno il 10% del canone originario; il contributo è pari al 50% dell’importo della riduzione del canone, per un contributo massimo, comunque, non superiore a € 1.500,00.

La riduzione deve essere applicata per 12 mesi. Qualora vi siano contratti con scadenza inferiore ai 12 mesi la riduzione dovrà essere applicata fino al termine dello stesso, purché tale termine consenta  almeno 6 mesi  di riduzione.

 

2) Riduzione dell’importo del canone con modifica della tipologia contrattuale da libero (art. 2, comma 1) o transitorio (anche studenti) (art. 5) a concordato (art. 2, comma 3)

Il contributo è pari al 70% dell’importo della riduzione del canone calcolata sui primi 12 mesi, per un contributo massimo, comunque, non superiore a € 2.500.

La riduzione del canone è calcolata tra il canone annuo del contratto originario e il nuovo canone annuo percepito, come definito dagli accordi territoriali.

 

3) Stipula di nuovo contratto concordato (art. 2, comma 3) per alloggi sfitti

Il contributo è pari al 50% del canone concordato per i primi 18 mesi, per un importo comunque, non superiore a € 3.000,00. Il canone concordato mensile massimo ammesso è fissato in € 700,00. L’alloggio deve essere sfitto alla data di approvazione del presente avviso.

 

Modalità di presentazione della domanda

La domanda di contributo può essere presentata dal 10 agosto 2020 fino al 30 settembre 2020 - fatta salva la possibilità di chiusura anticipata del bando, causa esaurimento delle risorse disponibili secondo una delle seguenti modalità:

  • ·         presso gli sportelli dei Servizi Sociali del Comune di Residenza, previo appuntamento telefonico, entro e non oltre le ore 12,00 del 30/09/2020 (si riporta l’elenco degli sportello sociali e i relativi recapiti telefonici nell’avviso pubblico allegato);
  • ·     inoltrate all’Unione dei Comuni del Frignano secondo una delle seguenti modalità:

-       Inviata a mezzo posta con raccomandata A.R. all’Unione del Comuni del Frignano – Via Giardini n. 15 – 41026 Pavullo nel Frignano (MO): dovrà pervenire all’Unione dei Comuni del Frignano – Ufficio Protocollo – entro e non oltre le ore 12,00 del 30/09/2020;

-       Tramite P.E.C. (posta elettronica certificata) alla casella: pec@cert.unionefrignano.mo.it dall’utente in possesso di casella di posta elettronica certificata, secondo le modalità previste dall’art. 65 del D.Lgs. 7.3.2005 n. 82 “Codice dell’Amministrazione Digitale” entro e non oltre le ore 12,00 del 30/09/2020.

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 10 agosto 2020
modificato:lunedì 10 agosto 2020